Assicurazione

Il consiglio direttivo ha deliberato per l’anno 2019, delle nuove modalità di iscrizione a vantaggio degli associati. La quota standard sarà mantenuta a €70,00, ma chi effettuerà il pagamento congiunto alla polizza assicurativa €50,00, entro il 20 Dicembre 2018, la quota totale sarà ridotta a €100,00 complessive, invece di €120,00.

Si ricorda l’importanza di esercitare l’attività di accompagnamento con una adeguata copertura assicurativa per chi opera professionalmente. È possibile prendere visione delle condizioni di polizza stipulata e una utile dispensa esplicativa sulle coperture assicurative realizzata da FederEscursionismo per i propri soci.

Una polizza collettiva costituisce un grosso vantaggio economico rispetto a dover stipulare una polizza individuale, che normalmente ha dei costi molto più elevati se stipulata individualmente.

Per aderirvi occorre semplicemente effettuare il pagamento stabilito e comunicato annualmente ad integrazione della quota associativa annuale.

PERCHÈ STIPULARE UNA POLIZA RC?

Perché in caso di danni a cose dovreste risponderne direttamente voi qualora uno dei vostri clienti reclami un risarcimento.

COSA COPRE LA POLIZZA?

Danni derivanti da sue responsabilità ovvero comportamenti colposi.

COSA NON COPRE?

Danni occorsi ai partecipanti alle escursioni per altre cause accidentali non riconducibili alla responsabilità dell’accompagnatore.

QUALI SONO LE DIFFERENZE TRA LA POLIZZA RC ED UNA POLIZZA INFORTUNI?

La polizza RC è una forma di tutela per il professionista. La polizza infortuni invece può essere paragonata a una assicurazione sulla casa o un bene comune.

PERCHÈ STIPULARE UNA POLIZZA INFORTUNI?

Perché offrono una garanzia di risarcimento collegate a un dato evento e sono molto consigliate per chi esercita in maniera autonoma e primaria l’attività professionale di guida.

QUANDO ENTRA IN ESSERE LA COPERTURA ASSICURATIVA?

Dal momento del pagamento il socio è automaticamente coperto in quanto iscritto in un apposito elenco tenuto dall’associazione.

INFORMAZIONI UTILI SULLE POLIZZE ASSICURATIVE E L’ATTIVITÁ PROFESSIONALE DI GUIDA NATURALISTICA

Modalità di adesione

Per aderirvi occorre semplicemente effettuare il pagamento stabilito e comunicato annualmente ad integrazione della quota associativa annuale. Dal momento del pagamento il socio è automaticamente coperto in quanto iscritto in un apposito elenco tenuto dall’associazione.

Il pagamento può essere fatto tramite bonifico alle seguenti coordinate bancarie:

Intestazione FEDERESCURSIONISMO SICILIA
Banca CREVAL
Codice IBAN IT87Q0521684280000000002081
BIC / SWIFT BPCVIT2S
Divisa EUR

Effettuato il bonifico, inviare una mail di comunicazione a segreteria@federescursionismo.it

Utilità di una copertura assicurativa

Si consiglia vivamente la stipula di una polizza di Responsabilità Civile, ciò perché in caso di danni a cose o persone occorsi durante le attività di accompagnamento guidato, se derivanti da comportamento doloso, senza un’adeguata polizza, dovreste risponderne direttamente voi qualora uno dei vostri clienti reclami un risarcimento.

Le coperture previste

La polizza Rc professionale quindi copre il professionista nel caso di eventuali danni derivanti da sue responsabilità ovvero comportamenti colposi. Quindi nel caso in cui emergano responsabilità per negligenza, imperizia, imprudenza durante le attività esplicitate nella polizza stipulata da FES e cioé <<escursioni di tipo turistico ed escursionistico, in parchi e riserve, incluse visite in grotte, con esclusione di qualsiasi materiale alpinistico>>. In sintesi la polizza RC tutela il professionista contraente, ma è importante ribadire che non risarcisce la guida ma piuttosto i clienti nel caso sia verificata la responsabilità della stessa.

Quanto non previsto dalla polizza RC

La polizza RC non copre i danni occorsi ai partecipanti alle escursioni per altre cause accidentali non riconducibili alla responsabilità dell’accompagnatore. Per  questi casi si veda il punto successivo. Nella fattispecie la polizza stipulata da FES non copre eventuali incidenti in auto o attività non rientranti per legge tra le competenze delle guide naturalistiche.

Differenze tra la polizza RC e una polizza infortuni

Spesso si tende a fare molta confusione in materia di assicurazioni e a scanso di equivoci ribadiamo che: la polizza RC è una forma di tutela per il professionista che, analogamente alle polizze auto, copre il contraente in caso di incidenti ai propri clienti qualora venga accertata la sua responsabilità (colpa) e la compagnia effettuerà il risarcimento dovuto. Ovviamente senza una polizza RC la guida dovrebbe rispondere con proprie risorse e beni. La polizza infortuni – di cui parleremo in seguito – invece può essere paragonata a una assicurazione sulla casa o un bene comune. Il contraente la stipula per evitare che in caso di eventi accidentali e disastrosi il valore connesso al bene sia perduto. Quindi è una questione soggettiva se assicurarla o meno, valutandone la convenienza.

Vantaggi nello stipulare una polizza infortuni

Come anticipato le c.d. “polizze infortuni” coprono il contraente nelle eventualità di infortuni che possono accadere nel normale svolgimento di vita quotidiana e nel nostro caso di attività all’aperto (sport o altro) a prescindere da eventuali responsabilità emergenti della guida. Queste polizze, proprio perché offrono una garanzia di risarcimento collegate a un dato evento (malattie, infortuni più o meno invalidanti, etc) sono assimilabili in qualche maniera alle forme di previdenza sociali previste per lavoratori dipendenti (tipo INAIL…) e sono molto consigliate per chi esercita in maniera autonoma e primaria l’attività professionale di guida.

Per esempio una guida, nel caso abbia un infortunio anche invalidante durante lo svolgimento di una escursione, otterrebbe un risarcimento pressoché garantito (franchigie escluse) con questo tipo di polizza, se il tipo di infortunio è previsto dalla copertura stipulata. Spesso viene offerta anche una diaria giornaliera, le spese mediche, infortuni seriamente invalidanti e anche la morte.

Se per la guida la polizza infortuni rappresenta un importante salvagente (immaginiamo il più disperato dei casi ovvero un infortunio altamente invalidante) per i vostri clienti potrebbe essere offerta questo tipo di polizza con compagnie specializzate (anche solo attivando delle offerte giornaliere che costano 3/5 € a persona) al fine di fornire servizi extra e dare maggiori tutele e tranquillità alla clientela. Federescursionismo non offre questo tipo di polizza agli associati, semplicemente per il fatto che le quotazioni variano sensibilmente in base a parametri soggettivi (età,attività sportive praticate, etc), a eventuali franchigie e in definitiva al budget che si desidera investire.

Cercando su internet o rivolgendosi a un broker sono molteplici le offerte anche
specifiche per l’escursionismo e per la vita privata.